Antonio Ferri

ferri

Antonio Ferri

 

L’abate Antonio Ferri, nacque a Imola il 10 gennaio 1655, la madre Isabella Castelli  apparteneva a una nobile famiglia bolognese.

Appassionato di studi umanistici, si dedicò con grande impegno alla giurisprudenza e alla retorica, nel 1674, conseguì a Ravenna la laurea in diritto canonico.

Trasferitosi a Roma per proseguire gli studi, fu praticante presso il giurista De Filippi. Negli stessi anni coltivò e approfondì gli studi di archeologia e paleografia.

Assai ben visto e apprezzato negli ambienti ecclesiastici romani, fu destinatario di importanti incarchi e nel 1682 fu nominato protonotario apostolico, carica di grande prestigio che può preludere anche al cardinalato.

Rientrato a Imola si occupò di ricerche storiche con indiscusso rigore e grande capacità tanto che ciò che rimane del suo lavoro è di fondamentale importanza per chiunque voglia approfondire la conoscenza della storia di Imola.

Riordinò e trascrisse le pergamene gotiche e longobarde conservate negli archivi delle chiese di San Donato, San Lorenzo, Santa Maria in Regola, San Cassiano e di molti monasteri.

Studiò e ricopiò le carte delle famiglie nobili imolesi ricostruendone le origini e le storie dei personaggi più importanti.

Appassionato di archeologia e topografia antica nell’anno 1705 diede alle stampe “La pianta esatta della moderna città di Imola e degli undici borghi che la circondano”.

Lasciò alla Biblioteca comunale di Imola un’enorme mole di materiale in parte andato perduto.

Morì a Imola il 10 dicembre 1728 e fu sepolto nella tomba di famiglia all’interno della Cattedrale.

 

MFCT

 

 

 

A proposito di admin