Auser Imola dona al Day Hospital Oncologico innovativo strumento visualizzatore di vene

IMG_0057è stato donato in memoria di Miriam Trerè, operatrice dell’Ausl recentemente e prematuramente scomparsa.

 

Un dono importante per valore e significato quello consegnato il 15 dicembre scorso dalla Sfida del Cuore al Day Hospital oncologico dell’Ausl.

“Quando Auser ci ha contattato per dirci che avrebbero donato al nostro reparto i proventi dell’edizione 2014 della Sfida del Cuore, siamo stati subito grati per quello che pensavamo essere il primo passo di una raccolta che nel lungo periodo ci avrebbe permesso di acquistare questo innovativo strumento – ha ricordato il direttore della UOC di Oncologia, dottor Antonio Maestri – Ma l’Associazione ha fatto molto di più: ha acquistato per intero il visualizzatore di vene che oggi ci viene consegnato per aiutare la nostra equipe nel lavoro quotidiano e soprattutto per alleviare i disagi dei pazienti”.

Il visualizzatore di vene donato dalla Sfida del Cuore, del valore di circa 7mila euro, è infatti uno strumento che, grazie ad un’innovativa tecnologia ad infrarossi, facilita il reperimento immediato delle vene nei pazienti che, soprattutto in ambito oncologico, devono sottoporsi molto frequentemente a flebo e prelievi, riducendone disagi e dolore e facilitando anche l’attività infermieristica.

Alla consegna erano presenti Mario Peppi e Lucia Leggieri, presidente di Auser Imola, insieme all’ideatrice della Sfida del Cuore, Deanna Zaccherini, che da ormai 10 anni organizza la corsa di go kart di inizio giugno, sempre preceduta da una cena di beneficienza.

“Donare qualche cosa di utile alla comunità è sempre un gesto che dà un ritorno positivo ad ognuno di noi” ha detto Lucia Leggieri. Mentre Mario Peppi ha voluto sottolineare che per questa donazione vanno ringraziati tutti i cittadini imolesi che ogni anno raccolgono la “Sfida del Cuore” e con la loro generosità permettono di portare avanti queste iniziative. “Quest’anno l’Auser Imola ha pensato di donare questo strumento all’Oncologia, dedicandolo alla memoria di Miriam Trerè, per ricordarla come persona e come professionista dell’Azienda Usl” ha concluso Peppi.

“Mi piace molto l’idea che una persona che ha dato molto a livello professionale ed umano possa essere ricordata con un gesto di donazione alla comunità – ha aggiunto il direttore sanitario Andrea Rossi ringraziando Auser per l’importante donazione ma anche per averla voluta dedicare ad una collega che ha speso molta parte della sua vita professionale proprio per facilitare il percorso di diagnosi e cura delle donne con tumore al seno”.

Anche i famigliari di Miriam Trerè, presenti all’iniziativa insieme a molti colleghi dell’Azienda USL, hanno ringraziato per questo gesto ed il dottor Roberto Nannini, responsabile del centro screening dell’Ausl di Imola l’ha ricordata a nome di tutti come una “persona che pretendeva moltissimo da sé e dagli altri e quindi una professionista perfetta, a cui dobbiamo moltissimo per l’impronta importante che ha dato al percorso di diagnosi senologica della nostra azienda”.

fonte:

  Direzione generale  Staff Informazione e Comunicazione    Ufficio Stampa

 

IMG_0026 IMG_0034 IMG_0044IMG_0051

A proposito di admin